La gioia di vivere


Considerato il dipinto più ambizioso del periodo "fauve", si ispira alla pittura di Gauguin ed all'arte orientale. Matisse rappresenta dei nudi femminili dipinti a macchie, senza rispettare i colori naturalistici, e mirando a fondere uomo e natura in una visione armonizzata. Ad esempio, l'albero è dipinto in rosa, lo stesso colore utilizzato per la pelle delle persone, a sottolineare questa unione.

Henri Matisse

(Le Cateau-Cambrésis 1869 - Nizza 1954)


Tra le figure più importanti del XX secolo, Matisse è stato l’esponente di maggior spicco di quel gruppo di artisti denominati “Fauves” (cioè fiere, bestie selvagge), per il modo violento e selvaggio con cui usavano i colori nelle loro opere, ad espressione del proprio stato d’animo e delle proprie pulsioni interiori.