Articolo 31

La Repubblica agevola con misure economiche e altre provvidenze la formazione della famiglia e l'adempimento dei compiti relativi, con particolare riguardo alle famiglie numerose.
Protegge la maternità e l'infanzia e la gioventù, favorendo gli istituti necessari a tale scopo.


Le mamme del mondo sono tante, ogni bambina, ogni bambino ha la sua mamma!
Una madre è il ponte tra il passato e il futuro. Anche un padre. 
I genitori sono come una via. La speranza è la bussola che li orienta. Ci portano sempre dentro; anche quando ci lasciano andare, continuano a seguirci.
Sì la “madrità”, se così si può dire, è la cosa più grande che c’è. 
Viene prima del padre e della madre: prima di tutto. 
È la natura, forse Dio. 
Sempre più spesso mi chiedo se la storia del mondo sarebbe andata diversamente con una Bibbia in cui Adamo fosse nato da una costola di Eva. Di sicuro avrei preferito che Dio li avesse creati contemporaneamente. 
Lo stesso Papa Luciani parlò di Dio come madre: “Ha sempre gli occhi aperti su di noi, anche quando sembra ci sia notte. È papà; più ancora è madre. Non vuol farci del male; vuol farci solo del bene, a tutti. I figlioli, se per caso sono malati, hanno un titolo di più per essere amati dalla mamma. E anche noi se per caso siamo malati di cattiveria, fuori di strada, abbiamo un titolo di più per essere amati dal Signore”.
Sicuramente la madre è la vita, la terra che accoglie il fiore, all’ombra e al sole. Dolce o amara, ha sempre un sorriso e parole di coraggio, di avvenire.