San Bruno in preghiera davanti alla croce,

altorilievo dell’altare del Capitolo dei Padri, metà XVIII sec., attribuito ad Andrea Carrara.

Trattasi di San Bruno in preghiera con il teschio e la croce simboli iconografici del Santo che simboleggiano la morte e la rinascita a vita nuova dopo la morte fine ultimo dei certosini.

Al Capitolo, presieduto dal Priore, non partecipavano tutti i monaci: esso si occupava dei problemi della Casa e vigilava sulla vita dei certosini; ogni decisione presa veniva debitamente registrata. 


Ordine liturgico o cifrario

Il pannello posto sulla parete di ingresso alla chiesa, riporta la distribuzione dei celebranti le liturgie, avendo i padri fatto il voto del silenzio che veniva interrotto solo per alcune ore in determinati giorni.

La disposizione che ancora oggi ammiriamo è quella originaria dell’ultimo giorno di permanenza dei certosini nel 1866 quando abbandonarono definitivamente la Certosa.