Ci piace viaggiare, cercare, trovare.

Ci piace viaggiare, incontrare, imparare.

Ci piace viaggiare, conoscere, crescere.

Ci piace viaggiare, esplorare, scoprire e farsi travolgere dallo stupore.

Ci piace viaggiare, ci piace sognare, ci piace amare.

Ci piace però accogliere, abbracciare, condividere.

Ci piace prendere, riprendere, ma anche lasciarci prendere, raccontare, raccontarci.

È inseguendo questi pensieri che al Marano Ragazzi Spot Festival, discuteremo di viaggi, di confini, di viaggiatori. Lo faremo attraverso la magia del cinema, della musica, del teatro, raccontando storie di speranza, di coraggio e di impegno civile. Accoglieremo bambini, ragazzi e viaggiatori di ogni età, ascolteremo le loro storie, percorreremo insieme i sentieri delle emozioni, quelli della bellezza, quelli della poesia.

Sarà così, come avviene da ventidue anni, che per un’altra volta ancora si animeranno le giornate del festival, da vivere tutte con un unico intenso respiro, con gli occhi spalancati, il cuore aperto, la mente sveglia.

Ogni viaggiatore porta con sè, nel suo bagaglio, un barattolo: gli serve per chiudervi dentro i ricordi, le immagini, i colori, le suggestioni, le emozioni, le scoperte che raccoglie strada facendo.

A voi ragazzi del festival auguriamo di riempirlo quel barattolo, fino all’orlo e di conservarlo gelosamente, ben stretto. Un giorno “chi sa dove e perché” quando lo riaprirete vi accorgerete di essere diventati grandi e che forse quell’essere cresciuti da cittadini responsabili, troverà una sua ragione nelle tante cose che il festival di Marano vi avrà regalato.

E allora care ragazze e cari ragazzi, Buon festival a tutti, e mi raccomando, Buon viaggio!

Rosario D’Uonno