ART. 51
Tutti i cittadini dell’uno o dell’altro sesso possono accedere agli uffici pubblici e alle cariche elettive in condizioni di eguaglianza, secondo i requisiti stabiliti dalla legge. A tale fine la Repubblica promuove con appositi provvedimenti le pari opportunità tra donne e uomini.



PARI OPPORTUNITA’


L’uguaglianza tra l’uomo e la donna è un problema di carattere mondiale. La condizione della donna è sempre stata sottoposta a un trattamento meno privilegiato di quello dell’uomo, la sua esclusione da una serie di diritti e attività è motivata da ragioni prive di fondamento, quali l’inferiorità fisica o il ruolo predestinato di madre e domestica.

Un video su Youtube mostra un’intervista a donne che svolgono dei lavori o degli sport prevalentemente maschili. Per esempio la prima donna fa pugilato e quando le viene chiesto cosa pensa della parità dei sessi, lei risponde che “la parità dei sessi è quando nessuno si permette di dire ‘tu quello non lo sai fare’”. Una donna non è discriminata, in realtà si sente in questo modo.

La seconda, invece, è autista di un autobus e racconta che i primi tempi che lavorava le facevano delle battute sul suo modo di guidare, dicendo che un uomo avrebbe fatto di meglio. Aggiunge che secondo lei la società si sta comunque evolvendo, ma che c’è comunque tanto lavoro da fare per eliminare questi pregiudizi. Secondo la donna c’è la parità dei sessi quando nessuno si pone il problema di chi sta facendo un determinato lavoro, ma già da uno sguardo si capisce che stiamo ancora indietro. Nel video viene intervistato anche un uomo, risponde che ognuno di noi ha dei diritti, che è giusto che un padre possa decidere di rimanere a casa con la propria famiglia senza che questo influisca sulla propria carriera, come è giusto che una donna possa fare lo stesso senza essere giudicata.

La signora Francesca dice che anche lei come donna sogna di vivere in un mondo in cui ci sia la parità dei sessi. Parità che, ad oggi, non c’è. Ci ha fatto un esempio: sua figlia, pur lavorando 8 ore al giorno come il marito, nella stessa azienda viene pagata di meno, in quanto donna. In più, questa viene messa sotto pressione dal suo capo, e il suo impegno spesso non viene apprezzato. Inoltre ha aggiunto che la donna lavora sia dentro che fuori casa, occupandosi della famiglia, visto che la maggior parte dei mariti non aiutano e sono capaci solo di dare ordini.

Oggi la situazione è notevolmente cambiata, le donne dopo moltissime lotte sono riuscite ad ottenere il riconoscimento di alcuni diritti, come quello di partecipare alla vita politica del Paese, bisogna ancora impegnarsi per cambiare le cose non in quanto donne ma come persone.