Statua di kuorophoroi

Museo archeologico Teanum Sidicinum

VIII e VI sec. a.C

Tra VIII e VI sec. a.C. i principali luoghi di culto erano posti lungo percorsi viari antichi (via Latina in primis) e fonti d’acqua (Fontana Regina, Torricelle). Uno di questi santuari, posto su un’altura dominante il fiume Savone, divenne il principale santuario di Teano: il santuario in località Loreto.

Le statue di kuorophoroi ci permettono di sapere come doveva essere rappresentata la divinità: si tratta di una figura femminile in piedi con sulle spalle i fanciulli, una divinità guerriera protettrice del popolo e dei fanciulli.