Meditazione sulla storia d'Italia


La fanciulla, pallida e affranta, è una rappresentazione allegorica dell'Italia dopo la sconfitta dei moti risorgimentali del 1848 e della conseguente reazione asburigca nel Lombardo-Veneto. Regge tra le mani una croce, su cui sono riportate le date delle Cinque giornate di Milano, e un volume con su scritto “Storia d’Italia”.

Frencesco Hayez

(Venezia 1791- Milano 1882)


È considerato il massimo esponente della pittura romantica in Italia. Si forma all'Accademia di Venezia e completa i suoi studi a Roma, dove incontra il grande scultore Antonio Canova -allora sovrintendente ai musei Vaticani e Capitolini e all'Accademia di San Luca- il quale lo prende sotto la sua ala protettiva. Si trasferisce in seguito a Milano, dove nel 1850 ottiene la cattedra di pittura all'Accademia di Brera. Autore, tra l'altro, del celebre "Bacio" conservato alla Pinacoteca di Brera e di una serie di ritratti delle più importanti personalità del tempo, ha realizzato molte opere allegoriche intrise degli ideali risorgimentali.